Alpe del Contrin

[…] D’estate, di rifugio in rifugio, ad ubriacarci di sole, di fatica e di vento, ed a limarci la pelle dei polpastrelli su roccia mai toccata da mono d’uomo: ma non sulle cime famose, né alla ricerca dell’impresa memorabile: di questo non gli importata proprio niente.[…]

Primo Levi parla di Sandro Delmastro – in “Ferro” – Il Sistema periodico

I commenti sono chiusi